L’argent fait la guerre

Oggi uno studente quindicenne, irritato da una mia critica, mi ha detto che, se si stufa di studiare, va a lavorare col babbo che fa il carrozziere e guadagna più di un laureato. Sicuramente più di me, tanto per darmi una bella stoccata. Ma, alla fine, il problema non sono io. Il problema è che questo ragazzo, poco più di un bambino, ha già capito come vanno le cose nel nostro paese e ha rinunciato all’idea che studiare valga la pena. Le statistiche dicono che i giovani laureati in Italia sono pochissimi rispetto al trend europeo. Ma anche questo, di per sé, potrebbe non essere così grave. Il grave è che i laureati italiani devono affrontare un mondo del lavoro da incubo in cui non c’è trasparenza nei criteri di reclutamento, non c’è certezza di diritto e il trattamento economico è risibile. L’argent fait la guerre, lo sanno anche i bambini. E allora è molto meglio fare il carrozziere piuttosto che faticare sulle sudate carte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *